La Transizione e il Counseling

 

I due prossimi appuntamenti con Bologna in Transizione (BoIT) saranno presso la sede dell’AICIS, in via De’ Gombruti,18, a Bologna.

Gli incontri saranno facilitati da Adele Gambaro e Stefano Peloso

Giovedì 18 ottobre – 20.30 – 22.30
Transition Talk
“Transizione e cambiamento, dal picco del petrolio ad altro …”

Venerdì 19 ottobre – 20.30 – 22.30
“World Cafè in transizione”

info e iscrizioni inviando mail a transitionbologna@gmail.com

Doppio appuntamento in Sardegna

E’ il grande momento delle isole … e andiamo quindi in Sardegna !  Sono 2 gli appuntamenti dedicati alla Transizione in quel di Cagliari – in occasione del Festival Alig’Art.

  • il primo appuntamento sarà per sabato 20 ottobre, dalle 16, con la conferenza “Il pensiero di Sankara: affrontare la crisi culturale e di sistema” in cui ci sarà una presentazione sull’approccio delle città in transizione
  • mentre per domenica 21 ottobre a partire dalle 10 è previsto un fantastico Transition Day organizzato dall’associazione Scirarindi. Per prenotarsi (posti limitati !) scrivere a info(at)scirarindi.org. In questo post trovate altri dettaglio

Tutte le info sono in questo volantino

Sabato 13 ottobre TEDx worldwide sulle Città 2.0

LE CITTA’ 2.0: Costruiamo Insieme le Città del Futuro… Adesso !

13 ottobre 2012 ore 14-19.30
Una Giornata di Ispirazione Urbana presso il Museo Archeologico, Villa Ferrajoli in Viale Risorgimento 3 – Albano Laziale

Inoltre possibilità di visitare il museo Archeologico/Civico gratuitamente oppure  (a 5 euro) anche 4 siti archeologici delle vicinanze di epoca Romana

Prenotazione necessaria! Tutte le info qui

TEDxAlbanoLaziale è la prima iniziativa TEDx nella zona dei Castelli Romani.

LISTA DEGLI SPEAKER CONFERMATI (NON in ordine di apparizione)
e delle storie condivise in massimo 18 minuti :

Andjelka Rajic- Storico dell’Arteaprirà gli interventi facendoci fare un  ‘Viaggio tra la Città di Albano del Passato (la leggendaria Albalonga) e la Città del Futuro’

Dario Tamburrano – Green Activist. Riequilibrare i 4 elementi, Resilienza ed Eroi’

Ascanio Vitale –  Executive Director Energy Manager di StopCo2 srl: Smart Cities e le Smart Homes’ (Le Città e le Case Intelligenti)

Isabella Pilenga – Attivista Sociale, Olistica e Spirituale: Presidente di FACIVILTA. Parlerà delle iniziative di Facivilta e della sua ‘Visione della Salute (Olistica) nella Città del Futuro’

Fabrizia Ranelletti – Artista. Ama vivere nel mondo dell’arte, per il mondo dell’Arte, con il mondo dell’Arte:  ‘L’Etica di Una Cosa’

Andrea Rostagnol di RESEDA e RESEDA onlus: L‘Esperienza in RESEDA con Energie Rinnovabili, Ricerca e Innovazione, Solidarietà locale, Cooperazione Internazionale.

Dante Bellini e Vittorio Delle Fratte -Cantiere Ecologia, Build The Future Together: Le Iniziative del Cantiere Ecologia e il Movimento delle Città in Transizione di Ariccia e nei Castelli Romani

La Transizione nel Nord e nel Sud del Mondo

Salve a tutte/i,
ancora refusi da Venezia ed ancora da parte di Rob Hopkins. Da amante antico dell’America Latina e dei suoi mille popoli dalla profonda saggezza, non potevo mancare di proporvi questa intervista. Credo che ci troverete diversi spunti di riflessione su come le nostre azioni siano profondamente legate ad ogni cosa che succede in questo pianeta. Inoltre troverete alcuni elementi di quello che viene chiamato il Buen Vivir, che un po’ il concetto di Transizione nato ed adattato alle peculiarità di quelle terre e culture.

Buona lettura. Continua a leggere

Incontro con Aspo e Rientro Dolce

Qui a Lame riprendiamo le attività sul territorio.(grazie anche alla collaborazione con la Biblioteca Lame )

e siccome quando si parla di petrolio non se ne parla mai abbastanza (vedi qui)  abbiamo pensato di invitare   Luca Pardi, presidente di ASPO Italia . Con lui (della serie “ricette di resilienza”) Stefano Bilotti, segretario dell’ Associazione Rientrodolce

Segnatevi data, ora e luogo: mercoledì 10 ottobre, ore 20,30, sala Cubo via Zanardi 249 (piantina).

Ultimo giorno in Italia: da Ferrara a Parma per parlare della “Rivoluzione Dolce” della Transizione

Di Rob Hopkins

Lo splendido portale scolpito del Battistero di Parma.

Il giorno successivo (lunedì) è cominciato con una passeggiata per Ferrara. Il centro della città è medievale e ha un’architettura molto bella. La cosa che colpisce di più di Ferrara, in un primo momento, è il numero di biciclette e la moltitudine delle persone che le usa. Ferrara è famosa per l’uso diffuso della bicicletta. In questo aiuta molto che la città sia completamente in pianura ma anche il fatto che, come mi ha raccontato Pierre, i ciclisti qui sono trattati, parole sue, “come le vacche sacre in India”, cioè, gli automobilisti si aspettano che passino ovunque, in qualsiasi modo e in qualunque momento, per cui non hanno alternative a dare loro spazio. Non ci sono piste ciclabili vere e proprie, a quanto ho potuto vedere, ma in qualche modo funziona.

Un’altra cosa che mi ha colpito  è che Pierre ha detto che dall’inizio della crisi economica il numero di biciclette in circolazione ha subito un’impennata, ed è successo che la gente ha ritirato fuori le proprie biciclette vecchie, abbandonate nei fondi, ha dato loro una ripulita ed una riparata e le ha riutilizzate. In giro per Ferrara c’erano marche e tipi di biciclette che non vedevo da anni.  Tipo queste:

 

E’ molto bello vedere i giovani, gli anziani, e anche tutti gli altri che se vanno in giro su due ruote. Il primo posto che abbiamo visitato è stato il Teatro Comunale di Ferrara, il teatro dove lavora Pierre, un teatro civico molto attivo e che si trova nel cuore della città, costruito circa 200 anni fa. Ecco la vista dal palco, che aveva  il giorno prima ospitato il concerto di un direttore d’orchestra (Claudio Abbado e Maurizio Pollini con l’Orchestra di Lucerna, ndT.), il cui successo era ancora visibile dai fiori, lanciati alla fine dal pubblico, che ricoprivano interamente il palco. Un edificio sorprendente.

… ed ecco il suo incredibile, e antico, soffitto.

Quindi abbiamo camminato di fianco al Castello nel centro della città fino alla Cattedrale, bellissima. Eccoli:

Poi siamo scappati via per prendere il treno per Parma, dove ero atteso a parlare ad un incontro organizzato da Kuminda, una rete di organizzazioni che promuove la sicurezza alimentare, la giustizia sociale e la sostenibilità alimentare. Hanno in cartellone un festival ad ottobre dal titolo “Il Diritto al Cibo”   Continua a leggere

23 SETTEMBRE – Diario di bordo

In riva al Po

Moleskinemunita, ero pronta a scrivere di questo viaggio in ogni dettaglio. In realtà mi sono fermata alle prime poche righe perchè dopo è stato tutto un susseguirsi di cose (e di cibi) che quando si aveva un attimo era bene stare in silenzio a fissare il po.

così ho pensato di caricare l’album delle foto che stanno arrivando e di riportare qullo che ho scritto. A mano a mano sono certa che il report si arricchirà. Continua a leggere

Transizione in Fiera

Salve a tutte/i,
quest’anno si parla di Transizione alla Fiera della Sostenibilità di Fano (PU). Da venerdì 14 a domenica 16 settembre. La nostra Adele Gambaro parteciperà all’incontro “La Buona Politica”, venerdì alle ore 21:00 alla chiesa S. Arcangelo. Un’altra buona opportunità per conoscere la Transizione nelle Marche.

Nella locandina il programma completo della tre giorni organizzata da numerose associazioni ed organizzazioni del territorio pesarese con la collaborazione di Fano in Transizione.

Transizionisti residenti e transizionisti in transito, non mancate! (E buon divertimento, Adele!)

Transition Talk alla Salute a Senigallia (AN)

Salve a tutte/i,
domenica 9 settembre a Senigallia (dalle ore 16:00) terrò un TTalk in occasione della due giorni organizzata dall’Associzione alla Salute Marche. Questa associazione è parte di un network che fa capo al Metodo alla Salute, elaborato in un lungo percorso di 40 anni dal Dott. Mariano Loiacono.

Il Dott. Loiacono si occupa da molto tempo di ‘Disagio Diffuso’ e di modalità diverse per affrontarlo. Per chi è interessata/o alla Transizione Interiore, il lavoro di questo psichiatra anomalo potrebbe risultare molto interessante.
Pur sapendo che questo genere di percorsi sono esperienziali e che non aiuta troppo leggerne, vale comunque la pena di darci un’occhiata rovistando qui.

Devo ammettere che per me, che ho frequentato a lungo e frequento ancora di tanto in tanto il Metodo e conosco il Dott. Loiacono, è un momento particolarmente felice ed emozionante. E’ un’opportunità di contaminazione (nel Metodo si direbbe di Crossing Over) che ho cercato a lungo e che credo gioverà a tutti.

Il TTalk è parte di una due giorni e potete trovarne il programma qui.

Ordunque, transizionisti, metodisti e curiosi vari, non esitate a partecipare. Sono sicuro che sarà un incontro molto stimolante.