Articoli

Teatro e Facilitazione

IMPROSOCIAL/ WORKSHOP DI TEATRO E FACILITAZIONE : due incontri per approfondire metodologie innovative tra cui il metodo LEGO® SERIOUS PLAY® .

Docenti\facilitatori : Mavi Gianni, Gianluca Gambatesa, Marco Ossani –
Sabato 17 febbraio dalle ore 10 alle ore 18 – Domenica 25 febbraio dalle ore 14 alle ore 18. al Centro Civico Borgatti, via Marco Polo 51, Bologna. Non è necessario partecipare a entrambi. Chiunque è il benvenuto, anche e soprattutto chi non ha mai fatto teatro.
Massimo 20 iscritti – CONTRIBUTO RICHIESTO : con economia del dono.

info e iscrizioni : zoeteatriaps@gmail.com – cell 3311228889

PROGRAMMA
sabato 17 febbraio
ore 10 – invito all’arte
ore 11,30 – improsocial
ore 13 – pausa pranzo
ore 14 – improsocial
ore 15 Lego Serious Play
ore 18 – chiusura del cerchio
domenica 25 febbraio
ore 14 improsocial
ore 18 – chiusura del cerchio

IN COLLABORAZIONE CON Biblioteca Lame-Cesare Malservisi Lame in transizione

F.A.Q.

Cos’è IMPROSOCIAL?- Il Teatro di Improvvisazione è da sempre strumento di lavoro per facilitatori, educatori, psicologi, animatori di comunità. È alla base del Teatro dell’Oppresso, del Playback Theatre,del Process Drama, proprio perché facilita l’incontro. È da qui che nasce l’idea di Improsocial : uno spazio di relazione, uno spazio in cui ciascuno può esprimersi creativamente senza timore di fallire, perché “tutto quel che fai è la maniera giusta per farlo”.
Il processo è lo scopo. Inizia con un posto da esplorare e continua con la ricerca delle colleganze, nello spazio e nella relazione con gli altri. Qual è il nodo che ci unisce e\o separa?

Cos’è LEGO® SERIOUS PLAY® ? Una metodologia per la facilitazione. Il metodo aiuta a condividere idee e dialoghi costruttivi attraverso metafore che diventano spunto per la comprensione profonda dei problemi, portando il gruppo a generare soluzioni. Il laboratorio LEGO® SERIOUS PLAY® sarà condotto da due facilitatori certificati in questo metodo così stimolante : Gianluca Gambatesa e Marco Ossani

Cos’è la facilitazione? è l’arte di aiutare i gruppi a gestire gli incontri in modo efficace, piacevole e partecipativo, favorendo quindi il raggiungimento degli obiettivi e l’inclusione di ognuno.
Il facilitatore aiuta il gruppo a gestire il processo, in modo efficace, valorizzando i diversi punti di vista, migliorando la vita del gruppo affinché questo abbia continuità e cresca nel tempo.

Cos’è l’economia del dono?– al termine della giornata ciascun partecipante potrà inserire in una busta chiusa, un dono in denaro. In forma anonima, se vorrà darlo e a seconda del valore che attribuisce all’esperienza vissuta durante l’incontro. Le offerte andranno a sostegno dei progetti di teatro sociale che Zoè teatri propone alle scuole del territorio

I docenti

Mavi Gianni – attrice e regista, docente della Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale, facilitatrice di Transition Italia, responsabile del progetto “Social Theatre for Empowerment Community” che sta portando Zoè Teatri in Europa, per apprendere le buone pratiche teatrali per lo sviluppo della Comunità.Docente al Master della Scuola Superiore di Facilitazione di Milano, diretta da Gerardo de Luzenberger. Ideatrice e responsabile di ImproSocial, un laboratorio permanente di teatro partecipato, in cui le tecniche dell’improvvisazione teatrale e quelle della facilitazione sono connesse tra loro.

Gianluca Gambatesa – Gianluca è facilitatore certificato LEGO®SERIOUS PLAY®, metodologia che applica in particolare nella coprogettazione di servizi, sviluppo di idee innovative, esplorazione di scenari. Si occupa di consulenza in ambito Lean Six Sigma, di Service Design e di Platform Design. Ha esperienza pluriennale nella progettazione di servizi in ambito Energy e Facility Management per la PA e per clienti privati. Laurea in Ingegneria Elettrica e un Master di secondo livello in Energy Management.

Marco Ossani – Marco si occupa di business design e innovazione, riferendosi al paradigma della Theory-U. Ha approfondito le tecniche del Design Thinking e della facilitazione visuale (mappe mentali, canvas). E’ facilitatore Certificato LEGO® SERIOUS PLAY®. Dopo una ventennale esperienza dirigenziale nel Marketing di multinazionali del settore Medicale si dedica all’attività di formatore e consulente freelance. Continua a leggere

Seminario di sociocrazia

Dopo la prima sperimentazione a Bologna, la rete di Transizone si sta appassionando alla Sociocrazia. E dato che sono diverse le organizzazioni in Italia ad essere incuriosite dal tema, inclusa la RIVE (rete italiana villaggi ecologici) e Transition Italia, è nata una collaborazione tra gruppi per condividere informazioni su questa modalità organizzativa e decisionale.

Uno dei primi appuntamenti si terrà a Panta Rei (Passignano sul Trasimeno, Perugia) l’11-12-13 Settembre con un workshop introduttivo. Le iscrizioni sono aperte! Maggiori informazioni qui: http://sociocrazia.tumblr.com/

Volantino-PantaSociocrazia-01fronte Volantino-PantaSociocrazia-01retro

Facilitazione a Castiglione del Lago (PG)

A partire dal 29 maggio, per 4 incontri (uno a settimana) si terrà a Fattoria Lara, Castiglion del Lago (PG) un mini-corso sulla facilitazione e il lavoro di gruppo… il corso è aperto a tutti, pratico ed esperienziale, e mira a condividere competenze e tecniche di base per migliorare il lavoro dei propri gruppi a partire da subito.

Corso di Facilitazione

A Fattoria Lara parleremo di… come si forma un gruppo, accordi di base, ruoli e compiti, cosa vuol dire facilitare, comunicazione non violenta, turni di parola, metodi decisionali, consenso e… celebrazione!

Per informazioni e iscrizioni contattate Deborah, 3474000174 o deborah.rimmoiso@gmail.com

Corso e incontro su Facilitazione e Consenso

Da Torri Superiore ci invitano a questo corso che si terrà in Maggio (e io aggiungo: se vi interessano queste tematiche tenete d’occhio il nuovo sito www.facilitazione.net)

———————————————————————

Cari transitioners,

visto che la tematica della gestione delle riunioni ha grande rilievo nel
processo della transizione, sperando di fare cosa gradita invio l’invito
al corso di Facilitazione e Consenso con Bea Briggs che si terrà a Torri
in data 16/22 maggio, e alla conferenza gratuita dei giorni 24  e 25
maggio.
Per ulteriori informazioni consultate il sito www.torri-superiore.org,
grazie mille, Lucilla

16 / 22 MAGGIO
Facilitazione di Gruppi e Metodo Decisionale del Consenso
con Beatrice Briggs – Corso certificato da IIFAC Continua a leggere

Corso di Permacultura 72h a Panta Rei

Visto che in questi giorni si parla di formazione…

Le commistioni tra Permacultura e Transizione sono innumerevoli; un modo di pensarla è che le iniziative di Transizione sono un’applicazione nell’ambito sociale dei principi di permacultura… e quindi a proposito, se c’è qualcuno che si sente pronto ad un corso residenziale di permacultura (le “72 ore”) e ha voglia di farlo in un posto molto bello, il Centro di Educazione Ambientale Panta Rei sul lago Trasimeno, ecco qua tutte le informazioni:

CEA Panta Rei

propone

  CORSO TEORICO-PRATICO SULLA PERMACULTURA

MODULO 72 ORE – dal 15 al 26 Giugno

in collaborazione con Saviana Parodi

  Continua a leggere

Corso di diagnosi energetica a Perugia

Su ispirazione di Ferrara in Transizione, a Perugia, il 18 febbraio, ore 15.00 – 20.00, persso il Trottamundo Kafe di Via della Stella, un corso di “diagnosi energetica fai-da-te” dedicato a tutti coloro che vogliono saperne di piu’ sul risparmio energetico dal punto di vista tecnico/pratico. Emiliano Zanichelli, del gruppo “Tecnici Risparmio Energetico” di PAEA (Progetti Alternativi per l’Energia e l’Ambiente – www.ilcambiamento.it) parlera’ della fonte energetica di cui si parla meno (eh, non fa mica PIL): il risparmio. “Per imparare a risparmiare soldi ed energia elettrica/termica a costo zero… o quasi”.
L’evento e’ organizzato in cooperazione con il GASTezio – un gruppo di acquisto solidale per i colli del Tezio che sta (anche) facendo del mulling sul processo di transizione (e mentre ci pensa, fa buone pratiche: pane, corsi, incontri, auto-produzione…)

informazioni piu’ dettagliate sul volantino  in PDF volantino_diagnosi_faidate 18_02_12.

Preiscrizioni online su: www.icozorz.it/diagnosienergetica/login.php
Info: Alessandro 328 6020677 – icozorz@gmail.com
Quota di partecipazione: 30 euro, incluso aperitivo a buffet
Data & Luogo: 18 febbraio 2012, ore 15.00 – 20.00; Trottamundo Kafe, Via della Stella, Perugia

Il corso sara’ confermato al raggiungimento di 16 iscrizioni (max 30 iscritti)
– in caso di cancellazione del corso, eventuali caparre versate saranno interamente restituite.

Permacultura nel meraviglioso Cilento

Con molta gioia possiamo comunicare che anche nel Sud dell’Italia si cominciano ad organizzare corsi di Permacultura e di costruzione con le balle di paglia. La prima sessione si terrà a Santa Marina (Policastro), un comune adiacente al Parco nazionale del Cilento e confinante con San Giovanni a Piro di cui abbiamo già a proposito della didattica di transizione. Santa Marina è vicina anche a Scario, meraviglioso borgo marinaro da dove è possibile raggiungere e visitare la Riserva Marina della Masseta. Dato il periodo estivo e se ne avete la possibilità, è davvero consigliato arrivare qualche giorno prima per poter visitare la costa della Masseta e le meraviglie dell’interno.

Prima sessione: “Introduzione alla Permacultura”

12-13 luglio 2011    –    il corso è limitato a 20 partecipanti

Tra gli argomenti che verranno trattati: la cura dell’Essere Umano, la cura della Terra, l’acqua, come autoprodursi Cibo per tendere all’autosufficienza, le risorse energetiche e l’agricoltura forestale integrata secondo modelli naturali.

Seconda sessione: “Costruire in Balle di Paglia”

14-17 luglio 2011   –    il corso è limitato a 15 partecipanti

Perchè costruire con la paglia? Quali sono i pro e i contro? Quali sono le tecniche principali? Quali caratteristiche tecniche e di isolamento? Quanto costa? Posso costruire da solo la mia casa? Quanto si impiega a costruire una casa? Quanto dura una casa in paglia? Ho una casa in muratura posso isolarla con la paglia? Se piove? I parassiti ?
A queste e molte altre domande risponderemo durante il corso e vedremo come sono fatte le balle di paglia e come si possono utilizzare correttamente per costruire un edificio sano, efficiente e risparmiare divertendosi.

Costi

I modulo “Introduzione alla Permacultura”: 100 €

II modulo “Costruire con la paglia”: 190 €

I+II per chi si iscrive ai due moduli: 260 €

Il prezzo è comprensivo di docenze, vitto e alloggio.

Termine iscrizione

entro il 12 giugno 2011 – modalità su: www.cascinaiumara.it

Dove

il primo modulo si terrà presso: Cascina ‘a Iumara – Santa Marina di Policastro (SA)

il secondo modulo si terrà presso : Tempa del fico – Pruno di Laurino(SA)

Quando

12-13 luglio orari:  mar – mer 09.00-19.00

14-17 luglio orari:  gio – sab 09.00-19.00; dom  09.00-17.30 (il sabato e la domenica spero di poter scendere anche io, dato che il Cilento è la mia terra adottiva e ci capito molto spesso).
È consigliabile arrivare perlomeno la sera prima.

Mangiare e dormire

Alloggio, colazione, pranzo leggero, cena a cura dell’Ass. Cascina ‘a IUMARA

Chi è il docente
Stefano Soldati: da oltre venti anni si occupa di agricolture alternative. Da diciassette anni gira per il mondo insegnando cerealicoltura biologica, gestione aziendale e successivamente costruzioni con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È attualmente il primo presidente della Accademia Italiana di Permacultura. È docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina) e presso il CAT in Galles (UK).

Per info ulteriori

Gennaro Ferrillo   339.4867444

Angelo Avagliano 347.5934744

Per farsi un’idea dell’atmosfera in cui si svolgeranno i corsi ecco un un video che racconta la storia di Angelo Avagliano e della Tempa del fico

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=NjBnsxk9Agw]

Ferrara : Corso di Approfondimento e Condivisione della Transizione

Ferrara : Venerdì 4 Febbraio abbiamo deciso di sperimentare il primo di 6 appuntamenti del Corso di Approfondimento e Condivisione della Transizione, nel mese di Febbraio e Marzo contiamo di portarlo a termine con incontri settimanali.

Dall’introduzione:
Lo scopo del corso “6 incontri di condivisione e di approfondimento” è quello di imparare dal libro e attraverso la condivisione di gruppo.

Questi incontri si basano sul “Manuale della transizione” di Rob Hopkins (2008). Il manuale offre strategie concrete per impegnarsi con la comunità locale a costruire la resilienza necessaria a fronteggiare le possibili minacce, compresa l’instabilità del clima, l’esaurimento delle risorse e la crisi finanziaria, fornendo una visione positiva per trasformare la crisi globale in un’opportunità.

Ogni incontro è strutturato da una serie di domande da tenere presente leggendo il manuale e dalle risposte che vengono condivise in gruppo.

Come Rob Hopkins scrive: “… se aspettiamo il governo, sarà troppo poco e troppo tardi; se agiamo individualmente, sarà troppo poco; ma se agiamo come comunità, potrebbe essere sufficiente e nel tempo giusto.”
Questo corso è destinato a favorire una conoscenza personale della crisi globale in cui ci troviamo e di soluzioni basate sulla comunità.

E’ prematuro esprimere valutazioni dopo il primo incontro, la sensazione è che sono serate molto coinvolgenti grazie ai differenti punti di vista e alle diverse esperienze che ognuno condivide col gruppo; se siete interessati a sapere di più vi invito a leggervi il documento che fa da guida al percorso, corso-condivisione-approfondimento-transizione, e se vi sentite ispirati a farvi promotori nell’organizzarlo.

Per eventuali approfondimenti lasciate un commento, le risposte non mancheranno.

 

Imparare la Transizione

A tutti quelli che ho incontrato in questi giorni e che mi hanno chiesto come formarsi per condurre un’attività di transizione nella propria comunità ricordo che il Transition Training è il modo migliore per cominciare. Non è indispensabile, ma aiuta tantissimo ed è fortemente raccomandato.

l prossimo appuntamento è previsto a Cascina Santa Brera il 5 e 6 giugno nell’ambito dell’attività della Scuola di Pratiche Sostenibili.

L’organizzazione è curata dalla scuola stessa, quindi in questo caso le iscrizioni vanno fatte utilizzando questo indirizzo:info@scuoladipratichesostenibili.it

Sul sito della scuola trovate anche il programma e le informazioni utili. È una buona occasione per fare il training con la formula residenziale, stando tutti assieme per due giorni, la condizione ideale. Se potete quindi, vi consigliamo di prenotare anche il pernottamento, perché sappiamo che la qualità dell’esperienza cambia molto.

Vi aspettiamo.

L’Aquila: appello facilitatori

L’Aquila Città di Transizione è di nuovo in azione, si stanno scrollando di dosso le macerie del terremoto che ha trasformato la città e le vite di chi la abitava e si stanno riorganizzando per reagire in puro stile Transition.

Francesca mi prega di pubblicare quanto segue. Fate girare il messaggio se avete contatti nella zona, molti sono ancora tagliati fuori da internet. Inoltre se credete nell’energia che solo una comunità può esprimere, riempite il loro blog di incoraggiamenti.

APPELLO FACILITATORI

Per ricostruire L’Aquila serve un grande sforzo di tutti noi. Occorre farlo dando voce alle diverse anime ed ai diversi interessi che esprime il tessuto cittadino, superando i naturali conflitti che si generano e cominciando a lavorare tutti insieme.

Per questo L’Aquila Città di Transizione e Associazione Panta Rei, organizzano un Corso di formazione per FACILITATORI, ossia figure che siano in grado di stimolare la partecipazione e gestire la discussione per giungere a un risultato condiviso.
Il corso si avvarrà di docenti esperti a livello nazionale tra cui Marianella Sclavi e Gerardo de Luzenberger e si svolgerà in 4 giornate nei mesi di Febbraio/Marzo.

I temi oggetto del corso saranno:

  • Tecniche e Tecnologia di Progettazione Partecipata (1 giornata)
  • Open Space Technology ( 2 giornate)
  • Ascolto Attivo (1 giornata)

Il corso per facilitatori si inserisce nella emergente necessità per la città dell’Aquila di ritrovare un futuro di qualità a partire dal contributo di tutta la collettività e dalla costruzione di un efficace sistema organizzativo che consenta un reale coinvolgimento dei cittadini in tutte le fasi che porteranno alla ricostruzione e riorganizzazione della città.

Il raggiungimento di questo obiettivo deve passare non solo attraverso un percorso formale da parte delle istituzioni, ma anche attraverso un’opera di sensibilizzazione dei cittadini e di una formazione e di un accrescimento di competenze tali da consentire lo sviluppo di una concreta ed utile partecipazione ai processi pubblici decisionali.

Per informazioni:
Maria Rita Acone – mariaracone@yahoo.it  – Cell. 340 2522184
Gabriella Liberatore – gabriella.liberatore@cnr.it – Cell. 339 2608192