AgriCulture Urbane a Bologna

rochet stove

AgriCulture Urbane : Ort’Attack e Saperfare

Lame Qat ( Quartiere di avviamento alla Transizione ) ha pubblicato il calendario dei corsi che si terranno a Bologna e dintorni in collaborazione con varie realtà associative.

Come al solito, oltre alla Coltura  ci piace parlare di Cultura. Questo perchè la coltivazione dell’orto fa la parte del leone ma il nostro impegno è trasmettere oltre alle informazioni tecniche anche una nuova Cultura del cibo, l’autoproduzione, il rispetto per l’ambiente, proponendo nuove metodologie che non prevedono, in nessun caso, l’utilizzo di prodotti chimici.

Ecco l’elenco, cliccando sui link si va alla pagina dedicata con tutte le informazioni.

L’orto sul balcone, naturale!

Ciclo di 5 incontri, uno al mese, da febbraio a giugno. Analizzeremo tutti gli aspetti legati alla coltivazione su balconi, terrazzi e davanzali, e man mano conosceremo le piante da seminare o trapiantare in quel periodo.

Food Forest

Una nuova concezione della foresta, del bosco, visto come un insieme di piante che oltre al legname ci forniscano anche cibo. 7 livelli di coltivazione, da ognuno dei quali possiamo ricavare prodotti per la nostra alimentazione.

Food Garden, l’Orto giardino naturale

Corso di 5 giorni (2 weekend) in cui ogni fase pratica è preceduta da una spiegazione teorica , alla fine avremo allestito uno spazio in cui gli ortaggi, i fiori, e le piante aromatiche mischiati tra loro in base al principio della sinergia, creano un orto bello e produttivo.

Università del Saperfare

Finora avevamo affrontato argomenti molto più casalinghi, ora passiamo a cose più tecniche: rocket stove | forno solare | contenitori verticali per piante | compost con i lombrichi | fare un piccolo impianto di irrigazione l’essicatoio solare | costruzione di un forno in terra cruda.

3 commenti
  1. Bruno Flavio Martingano
    Bruno Flavio Martingano says:

    Buona sera,

    mi chiamo Bruno Flavio Martingano e sono residente in Sardegna in provincia di Cagliari.

    Vi chiedo se è possibile un contatto e capire se c’è la possibilità concreta di attivarsi con delle iniziative sul territorio regionale.

    Grazie, Bruno Flavio Martingano

I commenti sono chiusi.