L’Open Space nel Biellese – cosa è successo

Domenica scorsa oltre 40 persone hanno passato la giornata per lavorare sulla domanda “Come far fronte ai cambiamenti e favorire la transizione nel Biellese?”

Questo Open Space, che è iniziato alle 9.00 per terminare verso le 18.00, ha visto 3 sessioni di discussione che hanno trattato 19 temi diversi – dalla permacultura al costituire comunità  in cohousing o ecovillaggi, dalla mobilità all’educazione. Molto probabilmente su diverse aree che sono state discusse si creeranno dei gruppi di lavoro mirati – tanto forte si sentiva l’energia e la motivazione.  Scarica qui l’instant report (è la versione ridotta “pubblica”)

Il pranzo è stato in modalità condivisa e ognuno ha portato qualcosa – alla fine un tavolo lunghissimo pieno di ogni – probabilmente poteva bastare per un OST di almeno 2 giornate …. che dire, sicuramente la transizione rimane godereccia …

Anche l’arte vuole la sua parte – ci ha pensato Paola, autrice non solo del tabellone con la domanda, ma anche del  bellissimo disegno che probabilmente diventerà una sorta di logo delle iniziative locali:

Si sta formando un’idea di “Biellese in Transizione CAT”e soprattutto c’è già un prossimo appuntamento:

Venerdì 1° giugno ore 18.30 a Netro (BI) presso il Circolino Virtus, Via Asilo 1 – incontro con cena

3 commenti
  1. Rinaldo
    Rinaldo says:

    ho letto il report e sono traumatizzato: va bene che l’Open Space funziona, ma qui avete messo in pista e già sgrossato temi sufficienti per lavorare i prossimi dieci anni!!!
    Peccato non esserci, ma ho idea che ci faremo vedere da quelle parti…
    GRAZIE per il lavoro e la condivisione!

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] e contatta Transition Italia. Da qui un primo TTalk con oltre 100 partecipanti e pochi mesi dopo un Open Space che ne conta almeno […]

I commenti sono chiusi.